STEAMPUNK SARDEGNA

STEAMPUNK SARDEGNA
STEAMPUNK SARDEGNA
Fotografia a cura di @untoccodiKaos

Steampunk Sardegna. Dalla letteratura ad un movimento vero e proprio che unisce.

Abbiamo avuto modo di scambiare qualche parola con Davide, Valentina, Stefano e Elena amanti e promotori dello Steampunk che ci hanno dedicato qualche minuto dopo la loro presentazione sul palco.

Cos’è lo Steampunk ?

Il movimento Steampunk è un movimento culturale e artistico che vede come pionieri nella letteratura personaggi del calibro di Conan Doyle, H.G. Wells ma soprattutto Jules Verne e la sua opera “Ventimila leghe sotto i mari”.

Ma cerchiamo di conoscere un po’ di più dalle parole dei protagonisti di oggi.

L’intervista

Abbiamo assistito al vostro intervento sul palco, come vi siete sentiti?

Valentina:« Molto a nostro agio!»

Davide:« Alla fine facciamo quello per questo, ci unisce la passione.»

Perché Steampunk?

Davide:« Perché, rispetto ai Cosplay, abbiamo veramente lo
sfogo della pura fantasia. Aggiungiamo anche il fatto che possiamo riciclare tanti oggetti che apparentemente non hanno “valore”.»

Stefano:« Un po’ green diremmo in questo periodo»

Come è arrivato lo Steampunk in Sardegna?

Davide:« Come in tutto il resto del mondo, con la letteratura. Inizia tutto con dei libri, come “Il giro del mondo in 80 giorni”, e per me che sono più grandicello è stata la prima fonte di ispirazione. Leggere, immaginare e dopo ho creato.»

Cosa vi augurate per il movimento Steampunk in Sardegna?

Davide:« Questo è un progetto in cui crediamo tutti quanti e vogliamo creare un grosso gruppo in Sardegna e vogliamo farci sentire, perché abbiamo questa esigenza di farci sentire. Già esiste un evento qua in Sardegna, si chiama Grande Jatte, ma speriamo anche di partecipare come gruppo ad altri eventi come il Lucca Comics. Quindi, fare un gruppo senza confini aperto a chiunque voglia partecipare.»

Conclusioni

Per noi di Vector in questa prima giornata del Fairytopia, imparare qualcosa di più in merito a questo movimento è vedere la passione delle persone intervistate, ci ha sicuramente trasmesso buone energie. Speriamo di poter incontrare nuovamente i ragazzi e avere l’occasione come oggi di poter fare una chiacchierata un po’ più approfondita.

Testo a cura di @simone-ibba
Intanto vi invitiamo ad ammirare il lavoro e l’impegno seguendo le loro pagine:
IG Profile

Nessun commento da mostrare.
5,0 / 5
Grazie per aver votato!
error: Contenuto criptato